La natività sotto il cielo stellato di Van Gogh

La natività sotto il cielo stellato di Van gogh

“La natività sotto il cielo stellato di Van gogh” è il titolo dell’attività prevista per il Natale nelle classi quarte e quinte della scuola primaria. Il percorso prevede la scoperta di due dipinti, appunto la notte stellata di Van gogh, forse il più celebre dell’artista, che ben si presta a fare da sfondo all’evento della natività, e quello raffigurante l’adorazione dei pastori di Lorenzo Lotto.

Motivi della scelta:

Apparentemente l’accostamento potrebbe risultare “azzardato” perché Van gogh rappresenta un cielo turbinoso, un cielo stellato notturno in movimento, un movimento vorticoso, veloce, in netto contrasto con la quiete che regna sovrana nel paesetto di campagna sottostante e nella mangiatoia in cui venne alla luce Gesù. È proprio lì però, un po’ distante dalle casette, in mezzo a quella tranquillità agreste che è posta la natività di Lorenzo Lotto, scena ambientata in una piccola stalla. D’altra parte quella notte, non è stata come tutte le notti, il cielo era attraversato da una cometa, era solcato dalla corsa tra la terra e il cielo degli angeli; annunciava un evento straordinario.La natura stessa partecipava a quell’evento ed ecco che il vortice turbinoso del cielo che sovrasta la capanna non fa più paura anzi diventa simbolo dell’evento rivoluzionario del “verbo che si fa carne” e viene in mezzo agli uomini.

I due dipinti si possono ammirare e scoprire attraverso un’immagine interattiva che li spiega entrambi.

Clicca qua sul cuoricino azzurro

Traccia da stampare per eseguire una corretta lettura di un’opera d’arte:

Guida per leggere un’opera d’arte

 

Precedente Storicità di Gesù: scopriamo le fonti Successivo Gesù nella letteratura italiana del 900'